Questo sito utilizza cookie tecnici e consente l'invio di cookie di "terze parti" al fine di effettuare misure di traffico per la valutazione delle prestazioni del sito. Per saperne di più, clicca sull'apposito bottone "Maggiori dettagli", che aprirà in modalità pop up l'informativa estesa, dove è possibile avere informazioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando il bottone OK, o cliccando su una qualsiasi altra area del sito, presterai consenso all'uso dei cookie.

Settore: Pubblica amministrazione

Tecnologia: Portale Web

Regione Emilia Romagna

Regione Emilia Romagna migrazione di oltre 200 portali web

Il cliente - Regione Emilia Romagna

La regione Emilia Romagna, grande Ente Pubblico con migliaia di operatori, con una Intranet coinvolgente e una galassia di siti tuttora in fase di riduzione (da 250 a meno di 50), è sempre stata all'avanguardia dell'innovazione, venendo considerata una sorgente di best practice dall'intera Pubblica Amministrazione italiana. Il loro sito web raggiunge circa 4,5 milioni di persone. La collaborazione con la Regione Emilia Romagna è iniziata nel 2009.

Esigenze

L'obiettivo di lungo periodo era quello di ridurre gli oltre 200 siti afferenti all'Ente, sia per esigenze di comunicazione, che di "frammentazione" della piattaforme utilizzate, per arrivare sul medio/lungo periodo ad un'unica piattaforma Plone di gestione, senza interruzioni del servizio durante tali attività.


Il cliente, nel caso specifico, richiedeva anche ulteriori attività, un plus rispetto alle generiche migrazioni; infatti si chiedeva:

  • Una guida editoriale e un tema generale per guidare le unità organizzative nella progettazione dei loro siti;
  • Collaborazione personalizzata per utenti autenticati/non autenticati;
  • Condivisione di documenti e altri contenuti;
  • Funzionalità per la fidelizzazione dell'utente, la partecipazione e la "fidelizzazione" per la nuova Intranet;
  • Integrazione di terze parti per applicazioni esistenti, come quella utilizzata per modificare e pubblicare il Bollettino Regionale delle leggi;
  • Funzionalità di ricerca avanzate tra siti gestiti da organizzazioni regionali separate;
  • Flussi di lavoro per gestire la creazione e la pubblicazione di contenuti;
  • Gestione dei contenuti multimediali;
     
Incorporare servizi di autenticazione utente non standard: la Regione ha sviluppato il proprio "ambiente di autenticazione federato" [FedERa] dove qualsiasi Organizzazione pubblica nella Regione può fornire credenziali dell'utente a qualsiasi cittadino, utilizzato per accedere ai servizi online da ogni Organizzazione Pubblica in Emilia Romagna.

Soluzione

Grazie alle funzionalità integrate di Plone, i requisiti sono stati pienamente soddisfatti. Infatti, installando in fasi successive, 2 cluster di server ad alta disponibilità con 6 installazioni Plone con bilanciamento del carico, inclusa una Intranet che serve oltre 4.500 utenti ogni giorno, si è potuto risolvere le problematiche sollevate dal cliente. Inoltre, nel corso del tempo, abbiamo realizzato moduli Plone indipendenti, compresi i layout grafici (temi) in modo che il personale della Regione potesse, in autonomia, implementare un nuovo sito, "componendo" tali moduli. La ricerca tra i vari siti regionali è stata inizialmente realizzata con un Google Search Appliance locale e poi in seguito sostituito da Solr.

Risultati

Grazie alle attività descritte sopra, si è potuto rendere omogeneo il numero dei siti della Regione Emilia Romagna e semplificare le interazioni tra i vari uffici. Inoltre, si è potuto sviluppare differenti siti/sotto siti, come ad esempio il sito istituzionale dell'Assemblea Legislativa, IoPartecipo+, Bollettino Ufficiale delle leggi Regionali, che hanno semplificato le attività dei dipendenti della Regione, ma soprattutto la fruibilità delle notizie da parte dei cittadini.