Settore: Servizi Telematici

Tecnologia: Openstack

Azienda di Telecomunicazioni

OpenStack: migrazione workload e messa in esercizio della soluzione Canonical

 

 

Il cliente - Azienda Telecomunicazioni


Un'azienda di telecomunicazioni, che offre servizi di telefonia fissa, telefonia mobile, telefonia pubblica, telefonia IP, Internet e televisione via cavo (in tecnologia IPTV). Fornitore di servizi nel Sistema pubblico di connettività (SPC), gestisce una parte della connettività Internet e intranet della pubblica amministrazione in attesa del subentro dei fornitori, ed è anche un forte gruppo economico per fatturato.

Esigenze

È stato richiesto un esame tecnico (attraverso opportuna documentazione e accesso ai sistemi) delle piattaforme IaaS in esercizio e verso cui migrare come attualmente disponibili; un esame tecnico dell'organizzazione del lavoro, del processo operativo e degli strumenti tecnologici per la conduzione delle migrazioni. Inoltre, era necessario ideare e redigere un protocollo di migrazione (che prendesse in considerazione gli aspetti di processo, ruoli, attività e strumenti) che avesse la massima industrializzazione e ripetibilità, il minimo impatto sull'operatività dei fruitori, un ragionevole rapporto costo/beneficio. Da qui, si sarebbero eseguite delle prove tecniche necessarie a fare le scelte del caso. Infine, il cliente mostrava l'esigenza di essere affiancato nelle sue figure interne per l'applicazione del protocollo di cui sopra e per la migrazione di un fruitore "pilota".

Soluzione

L'attività si è configurata come un pacchetto di servizi professionali per:

  • L'esame tecnico (attraverso opportuna documentazione fornita dal cliente e attraverso l'accesso al sistema di gestione del ciclo di vita delle componenti software) delle personalizzazioni, del processo di produzione e del team di sviluppo/manutenzione come attualmente disponibili;
  • L'esecuzione di prove pratiche per la raccolta di evidenze tecniche;
  • Il supporto tecnico alla stesura di un breve rapporto sullo stato dell'arte delle personalizzazioni e possibili interventi di miglioramento;
  • La migrazione di un fruitore pilota, attraverso un processo di assessment, accordo con il cliente, riproduzione dell'ambiente, migrazione elementi compute, storage, network e accessori (in modalità Replica), migrazione servizi di rete avanzati, una fase di testing, e per finire un adeguamento dei servizi end-user.

Risultati

Al termine delle attività i risultati ottenuti sono stati la messa a punto di un protocollo di migrazione completo, con redazione di documentazione di dettaglio per un suo svolgimento sistematico, e uno studio sull'integrazione di un IDM esterno, con analisi costi/benefici e proposte di alternative. Inoltre, è stato possibile realizzare uno studio sui domini e ruoli volto alla introduzione di funzionalità richieste ed attualmente mancanti sulla piattaforma Canonical, una ricognizione puntale delle risorse presenti sui tenant dei clienti (asset inventory) con identificazione degli elementi di criticità ai fini della migrazione e un manuale operativo, per la piena soddisfazione delle aspettative del cliente.